Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Attività e organiz. Dipartimento della Ricerca Laboratori di Ricerca Il Laboratorio di Ricerca "IMAGO7"
Azioni sul documento

Il Laboratorio di Ricerca "IMAGO7"

 

Per iniziativa dell’IRCCS Stella Maris, dell’Università di Pisa, dell’IRCCS Eugenio Medea e dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa si è costituita nel Dicembre 2007 la Fondazione di Ricerca ONLUS denominata IMAGO7, con sede legale ed operativa a Calambrone presso la sede operativa dell’IRCCS Stella Maris. Oltre ai fondatori, già alcuni prestigiosi Enti ed Istituti di ricerca pisani stanno manifestando un vivo interesse all’iniziativa e stanno valutando le modalità di una loro possibile partecipazione. La Fondazione IMAGO7 ha come precipuo interesse lo sviluppo di attività di ricerca scientifica prevalentemente nell’ambito delle neuroscienze di base e di tutte le connesse discipline, finalizzate allo studio dei fenomeni molecolari in vivo ed in vitro, mediante l’utilizzo di apparecchiature diagnostiche di alta tecnologia. Tra le sue principali finalità vanno annoverati il coordinamento di ricerche, sia di base che applicative, nei settori specialistici di specifico interesse degli Enti aderenti; la promozione della collaborazione scientifica tra gli Enti Fondatori e con altri Enti e Industrie, sia nazionali che internazionali; la promozione di iniziative di divulgazione scientifica e di formazione, anche finalizzate alla preparazione di ricercatori esperti nel campo. A questo fine la Fondazione acquisirà e gestirà, a fini di ricerca e con il contributo di soggetti pubblici e privati, tra i quali va ricordato il finanziamento determinante della Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa, un’apparecchiatura di Risonanza Magnetica ad alto campo (7 Tesla).

Informazioni sulla risonanza magnetica ad alto campo
L’esplorazione strutturale e funzionale dell’organismo mediante risonanza magnetica ha offerto ad oggi vantaggi indiscutibili, sia per la varietà di parametri fisiologici che possono essere osservati che per la sua non-invasività e sicurezza. Attualmente sono a disposizione diversi tipi di tomografi, che si differenziano principalmente per l’intensità del campo magnetico statico: le apparecchiature ad alto campo che si stanno diffondendo nella pratica clinica hanno campi di 3 Tesla (T), ma negli ultimi anni sono stati raggiunti valori più elevati per applicazioni di ricerca in vivo nell’uomo (fino a 9 T ma in progetto di raggiungere valori di 11.5 T). Ad oggi, i tomografi RM a campi magnetici ultra elevati (≥ 7T) installati nel mondo sono circa quindici.


La disponibilità di un’apparecchiatura cosi’ sofisticata dal punto di vista tecnologico come un sistema RM a 7T renderebbe necessaria una collaborazione inter-disciplinare tra ricercatori di aree scientifiche diverse ma complementari: l’esplorazione funzionale in vivo del cervello non può che avere la necessità di un dialogo continuo tra le discipline di base e cliniche nel campo delle Neuroscienze (Biochimica Clinica, Neurologia, Psicologia, Psichiatria, Fisiologia) con l’integrazione dello studio dei fenomeni fisici alla base del suo funzionamento (Fisica Medica), l’approfondimento degli aspetti ingegneristici e di rivelazione e trattamento del segnale (Ingegneria Biomedica), l’analisi statistica dei dati acquisiti (Matematica, Statistica), la gestione informatica (Informatica), lo studio degli aspetti biologici, biochimici (Biologia, Chimica e Biochimica) e farmacologici (Farmacia, Farmacologia).

Queste competenze sono tutte presenti a Pisa nell’Università e nelle altre grandi Istituzioni scientifiche locali, oltre che in altri Istituti di Neuroscienze italiani.

 

rm7t






Immagini strutturali  della regione corticale acquisite con con il tomografo a campo magnetico 7 T (NIH Bethesda) utilizzando nuovi tipi di contrasto


Ultime notizie
04/10/2018 L’ARIS a proposito dell’open day della riabilitazione indetto dalla CEI Il senso vero dell’accoglienza
03/10/2018 Giornata Mondiale per la Paralisi Cerebrale Migliorare la qualità di vita per bambini e ragazzi: alla Stella Maris l’incontro promosso insieme alle Associazioni Coordinamento Etico dei Caregiver e ASD EppuresiMuove Avviato nell’Istituto pisano il nuovo Centro Terapia innovative nella Paralisi Cerebrale Venerdì 5 ottobre Auditorium viale del Tirreno 341 (Calambrone)
27/09/2018 Così la realtà virtuale diventa uno strumento di riabilitazione per la mente e il cervello del bambino La novità assoluta in Italia per l’applicazione in età evolutiva presentata dalla Fondazione Stella Maris al Festival internazionale della robotica insieme a progetti come Care Toy, la palestrina biometccatronica per la riabilitazione dei bambini sviluppata con l’Istituto di BioRobotica del Sant’Anna; la piattaforma Tele UPCAT per la riabilitazione a domicilio; i robot umanoidi per la cura dell’autismo; le tecnologie per l’individuazione dei segni precoci di disturbi dello spettro autistico
27/09/2018 L’IRCCS Stella Maris partecipa a BRIGHT 2018, la Notte dei Ricercatori in Toscana: il 28 settembre 2018 è presenti agli stand allestiti alle Logge dei Banchi e al CNR L’IRCCS Fondazione Stella Maris di Pisa è un Istituto di ricerca per la diagnosi e la terapia dei disturbi dello sviluppo neuropsichico (DNP) che colpiscono in Italia e nel mondo 1 bambino od un adolescente su 6, un numero purtroppo in crescita. I suoi ricercatori esplorano i meccanismi più complessi della mente nello sviluppo e nella patologia
20/06/2018 Al via il più grande finanziamento mondiale in grado di trasformare il panorama della ricerca internazionale sull’autismo: tra i partner il team della Fondazione Stella Maris e Università di di Pisa Il più grande finanziamento per la ricerca scientifica nell’ambito dei disturbi del neurosviluppo è stato assegnato dall'Innovative Medicines Initiative a un consorzio internazionale guidato dall'Istituto di Psichiatria, Psicologia e Neuroscienze (IoPPN) del King's College di Londra.
Altre notizie…