Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Notiziario Comunicati Stampa SOGNI - Spettacolo a favore della Fondazione Stella Maris
Azioni sul documento

SOGNI - Spettacolo a favore della Fondazione Stella Maris

Teatro Era - Pontedera (PI) - 26 Maggio 2011 ore 21:00

SOGNI - Spettacolo a favore della Fondazione Stella Maris

locandina

L'IRCCS Fondazione Stella Maris presenta "Sogni" uno spettacolo di Beppe Dati, con la partecipazione straordinaria di Aleandro Baldi e Paolo Vallesi. 

Teatro Era, Parco Jerzy Grotowski Via indipendenza Pontedera (PI)

26 Maggio 2011 ore 21

Info e prenotazioni: Fondazione Stella Maris 050 886233-240-271

 

 

 ”SOGNI…”: LO SPETTACOLO
Beppe Dati interpreta i suoi brani più celebri.

“Sogni… sono dei frammenti di te…”
Comincia così, con l’arpeggiare di una chitarra e il dialogo tra un bambino e un uomo, un viaggio nel tempo fatto di note e parole, poesie e immagini, luci e danze che si fondono in uno spettacolo affascinante, unico nel suo genere.
Una storia che ripercorre brani noti a tutti e che, riascoltati, fanno riemergere nella memoria personale di ognuno di noi momenti del proprio passato che sembravano dimenticati e che, a volte con un sorriso, a volte con una lacrima di commozione, ci fanno tornare a sognare.
Brani che hanno un comune denominatore: l’autore Beppe Dati. Una vita trascorsa a scrivere per gli altri, a comporre musiche e poesie cantate, portate al successo da artisti come Francesco Guccini, Mia Martini, Laura Pausini, Marco Masini, Raf, Paolo Vallesi.

Di storie da raccontare dietro quelle canzoni Dati ne ha tante. Lo fa insieme a tanti “amici” che in questi oltre vent'anni di carriera, sono stati suoi compagni di viaggio. Lo fa mettendosi a nudo sul palcoscenico del teatro Era di Pontedera dove è lui stesso a interpretare i propri brani, aiutato da bravissimi giovani interpreti, fiori di Firenze, che Beppe in questi anni ha coltivato nel suo piccolo giardino musicale.

Con le sue canzoni, Dati ripercorre le tappe di una carriera che ha inizio nel 1989 a Sanremo con “Cosa resterà di questi anni ottanta” cantata da Raf, e lo porta poi a vincere per ben due volte nella sezione “Novità” con “Disperato” di Masini 1990 e “Le persone inutili”di Vallesi 1991 e a piazzarsi al secondo e terzo posto nel fortunato Festival del 1992, con le indimenticabili “Gli uomini non cambiano” di Mia Martini e “La forza della vita”di Paolo Vallesi, firmando inoltre, con il suo amico Zucchetti, per la sezione giovani un altro successo, “Brutta”, fino ad arrivare sul gradino più alto di quel prestigioso Festival nel 2004 con l’“Uomo volante” di Marco Masini.
Beppe Dati è stato anche uno degli unici due autori scelti da Francesco Guccini per firmare alcuni brani da lui interpretati “Cirano”, “Don Chisciotte” e Colombo”. Per Laura Pausini ha composto, insieme a Orlandi, “Mi dispiace” una commovente lettera che ogni figlia adolescente vorrebbe inviare alla propria madre e, sempre per la Pausini, ha scritto ancora tutti i testi di uno dei suoi album di maggior successo “Tra te e il mare”. Ha accompagnato Mia Martini al Festival di Sanremo e ha sostenuto nella loro carriera cantanti come Raf, Marco Masini, Paolo Vallesi.

In questo spettacolo Beppe Dati interpreta nelle quartine originali alcuni dei brani più famosi e significativi della sua carriera perché, come dice lui stesso: “La canzone potrebbe essere una smorfia ma possiamo anche trasformarla in una porta da dove entra la vita”

Dati racconta anche degli aneddoti che si celano dietro i suoi brani, come quando Francesco Guccini dopo aver ascoltato il provino di “Cirano” cantato da Beppe disse: “...è una canzone che avrei voluto scrivere io!”. O come la notte insonne passata da Mia Martini, dopo aver ascoltato sempre dalla voce di Beppe a casa di Bigazzi, l'inedita “Gli uomini non cambiano”. Lunga notte che però finì in una dolce alba dove la splendida “Mimì” decise che quel brano avrebbe avuto la sua voce.

Nello spettacolo “Sogni…”, Dati dunque ripropone alcuni dei suoi brani più celebri in un racconto che s'intreccia con la vita, la sua e quella di tutti noi, ma lo farà anche presentando poesie e brani inediti, come quello dedicato a Mia Martini a dieci anni dalla sua scomparsa.
Sul palco si esibiranno musicisti di alto livello, amici di Dati che vogliono essere al suo fianco in questa nuova avventura, bravi attori, cantanti e ballerini che interpreteranno alcuni brani.
Alle spalle degli artisti scorreranno le foto dell’archivio di “Torrini fotogiornalismo” che raccontano una dolce Firenze, una tenera Italia degli anni '50-60, piena di ricordi che riaffiorano dai suoni e dalle immagini.
Prima dello spettacolo, all’ingresso del Teatro Era, gli spettatori saranno accolti da Vespe d’epoca,  e musica dal vivo d’epoca per poi entrare nella favola in note di ‘Sogni’.

Nel dialogo Uomo-Bambino, l’uomo ormai adulto apre il suo cuore e i suoi pensieri, racconta il rapporto coi genitori, le speranze e le paure del crescere, i legami affettivi, i momenti bui dell' esistenza nei quali ci si sente soli e inutili, la riscoperta del valore delle proprie radici e dell'angolo della città in cui si è cresciuti, le difficoltà di essere figlio e di diventare a propria volta genitore, l'enorme lavoro che sta dietro ogni “individuazione”, ogni sincero tentativo di realizzazione di noi stessi.

I sogni, altro non sono che frammenti di un nostro puzzle interiore, possiamo lasciare quei frammenti sparpagliati nella scatola dell'anima e non curarcene...ma possiamo anche tentare di rimettere insieme i suoi pezzi e pazientemente ricomporlo per vedere finalmente il nostro vero volto. Tutto dipende da cosa scegliamo di fare.

Ultime notizie
30/11/2018 Con una parodia comico musicale in vernacolo la Fondazione Stella Maris e il Lions Club Pisa Certosa presentano il Natale solidale pisano Martedì 18 dicembre alle ore 21,30 - Teatro Verdi di Pisa
02/11/2018 Quando la tecnologia porta a casa elevati livelli di riabilitazione: volge al termine Tele-UPCAT il progetto dell’Irccs Fondazione Stella Maris in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna Venerdì 2 novembre dalle 15,30 a Calambrone si terrà il bilancio del progetto di ricerca: “Osservare per imitare, aiuta a imparare e curare”
02/11/2018 lettera dell’avv Giuliano Maffei, in ringraziamento ai tantissimi che hanno fatto donazioni a favore della Fondazione Stella Maris in memoria di Filippo Arpesani AGLI ORGANI DI STAMPA
31/10/2018 Osservare per imitare MI AIUTA ad imparare VENERDI' 2 NOVEMBRE 2018 ORE 15.30 Evento conclusivo del progetto di ricerca: partecipanti, famiglie e ricercatori a confronto
31/10/2018 Mezzanotte di Fuoco Stella Maris ha il carisma di essere una vera testimone di Carità, in quanto da noi la Scienza e l’Amore sono compenetrati
Altre notizie…